Bollino "Calore Ok"

In Provincia di Vicenza si consuma ogni anno energia per l'equivalente di circa 3.100.000 tonnellate di petrolio (tep): 1.250.000 in elettricità, 920.000 in gas metano, 900.000 in petroliferi, 30.000 in combustibili solidi. Di tutte queste, 900.000 tep circa (quasi il 30%) sono destinate al riscaldamento degli edifici, civili e lavorativi, per un totale di circa 240.000 impianti termici funzionanti (dati 2000).

Certamente stiamo consumando più energia di quanto sia necessaria per le nostre esigenze. Tale consumo in eccesso contribuisce al peggioramento della situazione ambientale e dà luogo all'immissione in atmosfera di ingenti quantità di sostanze inquinanti come la CO2 (anidride carbonica), che è una dei principali responsabili dell'accrescimento dell'effetto serra che colpisce il nostro pianeta.

Visto che l'incidenza del riscaldamento degli edifici sul totale dei consumi energetici è assai significativa, il conseguimento degli obiettivi di risparmio energetico passa anche attraverso
- l'adeguamento delle prestazioni degli impianti termici
- la loro periodica manutenzione

Un'attenta e periodica manutenzione del proprio impianto termico ottiene il fondamentale risultato di rendere maggiormente sicuro il suo utilizzo, evitando così i pericoli derivanti dalla immissione di ossido di carbonio nei locali ove si vive, da fughe di gas e da rischi di scoppio.

Cos’è il Bollino "Calore Ok"?

Il Bollino "Calore Ok" è un’etichetta verde adesiva, codificata con un numero unico e progressivo, che viene applicata sui moduli compilati dal manutentore al termine del controllo periodico della caldaia. Una copia del modulo compilato andrà spedita dalla manutentrice all'organo di controllo (per la prov. di Vicenza è la Vi.energia) ed un'altra deve essere trattenuta dalla ditta. L’applicazione del Bollino dev’essere biennale, generalmente in coincidenza con il controllo che prevede l’analisi della combustione (prova fumi) quando anch’essa è biennale.

Perchè esiste il bollino "Calore OK"?

La legge prevede, oltre ai controlli che gli utenti devono far effettuare periodicamente ad un tecnico abilitato, anche ispezioni a campione da parte dell’Ente di controllo, per verificare l’effettivo stato di esercizio e di manutenzione dell’impianto. La stessa norma impegna l’Ente ad esercitare questa competenza senza utilizzare le risorse correnti, chiedendo che le ispezioni effettuate siano a totale carico dell’utenza controllata. Ovviamente, la concomitanza dell’onerosità della “pulizia” periodica della caldaia con un eventuale ispezione di legge ha sollevato il problema dei costi a carico del cittadino. Con l’introduzione del Bollino, ormai presente in ogni Provincia e Comune, gli oneri dovuti in caso di ispezione sono stati drasticamente ridotti, distribuendo equamente il carico tariffario. Avere Bollino Verde significa innanzitutto attestare che la manutenzione periodica prevista dalla normativa è stata eseguita regolarmente da un tecnico abilitato. Inoltre, in caso di ispezione di legge, la presenza del Bollino Verde la rende totalmente gratuita e nessun onere ulteriore sarà mai richiesto all’utente. L’esito dell’ispezione, invece, suggerirà gli eventuali interventi  da effettuare qualora si fossero riscontrate anomalie. Quindi, le eventuali verifichesaranno:
- a totale carico del cittadino o della ditta, per il cui impianto non è pervenuto a Vi.energia il Mod. G o F provvisto di Bollino Verde;

- gratuite, per coloro che provvederanno, direttamente o tramite il manutentore, a far a Vi.energia il Mod. G o F provvisto di Bollino Verde

 

Chi deve occuparsi del Bollino "Calore OK"?

l responsabile dell’impianto è:
· L’occupante dell’immobile a qualsiasi titolo nel caso di impianti individuali
· L’amministratore di condominio nel caso di impianti centralizzati
· L’amministratore nel caso di soggetti diversi dalle persone fisiche (Società, Enti …)
· Il terzo responsabile nel caso di affidamento della responsabilità ad un’impresa qualificata
· In tutti gli altri casi la responsabilità ricade comunque sul proprietario

Bisogna tenere sottomano:
- la dichiarazione di conformità dell’impianto
- il libretto d’impianto compilato dall’installatore e aggiornato ad ogni intervento del manutentore
- il libretto d’uso e manutenzione del costruttore dell’apparecchio


A chi va affidata la manutenzione?

La manutenzione deve sempre essere affidata ad una ditta in possesso dei requisiti stabiliti dalla Legge n. 46/90. Vi.energia ha promosso un accordo volontario con le Associazioni di categoria dei manutentori per uniformare le modalità e la qualità della manutenzione degli impianti termici ed ha istituito il Registro dei Manutentori Convenzionati (RMC).La nostra azienda è regolarmente iscritta a tale registro ed è pertanto abilitata a rilasciare, dopo le opportune analisi di combustione fumi e controlli, un regolare "Rapporto di controllo tecnico" con bollino e a compilare il libretto d'impianto. Il costo totale dell'intervento (analisi fumi e combustione, compilazione libretto impianto, rilascio rapporto di controllo tecnico, bollino "Calore OK") è di € 100,00 i.v.a. inclusa

Per prenotare il vostro bollino "Calore OK"  potete rivolgervi con fiducia al nostro call-center oppure effettuare la richiesta comodamente online compilando il form sottostante.